Via Fanfulla, 14 - 26900 Lodi | tel. 0371 442.1 | fax 0371 416027 | Email: urp@provincia.lodi.it | pec: provincia.lodi@pec.regione.lombardia.it
 
 
     
 
 
 
 
 
 
  LAVORO
    BANDI E GARE  
    COSA FACCIAMO - MANIFESTO QUALITÀ  
    CARTA DEI SERVIZI  
    CONTATTI  
    PIANI E PROGETTI  
    LINK  
    PUBBLICAZIONI  
    ARCHIVIO AVVISI  
    SEMINARI - INIZIATIVE  
  STATISTICHE
    ISCRITTI  
    ASSUNZIONI - CESSAZIONI  
  HOME PAGE LAVORO
    HOME PAGE LAVORO  
  AREA RISERVATA
    ACCESSO PORTALE SINTESI  
  CITTADINI
    ACCOGLIENZA ISCRIZIONI  
    SERVIZIO DI PRESELEZIONE - OFFERTE DI LAVORO  
    AVVIAMENTO SELEZIONI ENTI PUBBLICI - ART. 16  
    CONVALIDA DIMISSIONI  
    OPERATORI ACCREDITATI AL LAVORO E ALLA FORMAZIONE  
    MOBILITA'  
  DATORI DI LAVORO
    COB - COMUNICAZIONI ONLINE  
    STANDARD TRASMISSIONE COB  
    RICERCA PERSONALE - INCONTRO DOMANDA/OFFERTA DI LAVORO - IDO  
    MOBILITÀ  
    SPORTELLO STAGE - TIROCINI - NUOVO DAL 9 DICEMBRE 2013  
    CONVALIDA DIMISSIONI  
    APPRENDISTATO  
    MISURE VOLTE A PROMUOVERE L'OCCUPAZIONE IN OCCASIONE DELL'EVENTO EXPO 2015  
    COMUNICAZIONI D'URGENZA  
  COLLOCAMENTO MIRATO DISABILI
    FINALITÀ DEL SERVIZIO  
    PROSPETTO INFORMATIVO 2015  
    LAVORATORI DISABILI E CATEGORIE PROTETTE  
    I DATORI DI LAVORO  
    PROSPETTO INFORMATIVO  
    GESTIONE TELEMATICA RICHIESTE LEGGE 68/99  
    PIANO PROVINCIALE DISABILI  
    GRADUATORIA C.R.A.  
    MISURE VOLTE A PROMUOVERE L'OCCUPAZIONE IN OCCASIONE DELL'EVENTO EXPO 2015  
    AGRICOLTURA SOCIALE  
  MODULISTICA
    CENTRO PER L'IMPIEGO  
    COLLOCAMENTO MIRATO DISABILI  
  NORMATIVA
    JOBS ACT E NUOVI SGRAVI  
    T.U. IMMIGRAZIONE  
    COB - CRONOLOGIA MODELLI E REGOLE  
    COMUNICAZIONI OBBLIGATORIE  
    ELENCO ANAGRAFICO E DID  
    ARTICOLO 16  
    DISABILI  
    MOBILITÀ  
    ALTRO  
    NASpI - ex Indennità di disoccupazione  
    Normativa dal sito DOTTRINA PER IL LAVORO di Modena  
 
Sei in:  SITI TEMATICI  LAVORO  fonti leglislative

FONTI LEGISLATIVE

ART. 3, COMMA 3 LEGGE 223/91
Quando non sia possibile la continuazione dell'attività, anche tramite cessione dell'azienda o di sue parti, o quando i livelli occupazionali possano essere salvaguardati solo parzialmente, il curatore, il liquidatore o il commissario hanno facoltà di collocare in mobilità, ai sensi dell'articolo 4 ovvero dell'articolo 24, i lavoratori eccedenti. In tali casi il termine di cui all'articolo 4, comma 6, è ridotto a trenta giorni. Il contributo a carico dell'impresa previsto dall'articolo 5, comma 4, non è dovuto.  

ART. 4, COMMA 1 LEGGE 223/91
L'impresa che sia stata ammessa al trattamento straordinario di integrazione salariale, qualora nel corso di attuazione del programma di cui all'articolo 1 ritenga di non essere in grado di garantire il reimpiego a tutti i lavoratori sospesi e di non poter ricorrere a misure alternative, ha facoltà di avviare le procedure di mobilità ai sensi del presente articolo.  

ART. 24, COMMA 1 LEGGE 223/91
Le disposizioni di cui all'articolo 4, commi da 2 a 12, e all'articolo 5, commi da 1 a 5, si applicano alle imprese che occupino più di quindici dipendenti e che, in conseguenza di una riduzione o trasformazione di attività o di lavoro, intendano effettuare almeno cinque licenziamenti, nell'arco di centoventi giorni, in ciascuna unità produttiva, o in più unità produttive nell'ambito del territorio di una stessa provincia. Tali disposizioni si applicano per tutti i licenziamenti che, nello stesso arco di tempo e nello stesso ambito, siano comunque riconducibili alla medesima riduzione o trasformazione.  

ART. 24, COMMA 2 LEGGE 223/91
Le disposizioni richiamate nel comma 1 si applicano anche quando le imprese di cui al medesimo comma intendano cessare l'attività.  

ART. 4,COMMA 1 LEGGE 236/93
Fino al 31 dicembre 1994, nella lista di cui all'art. 6, comma primo, della legge 23 luglio 1991, n. 223, possono essere iscritti i lavoratori licenziati da imprese, anche artigiane o cooperative di produzione e lavoro, che occupano anche meno di quindici dipendenti per giustificato motivo oggettivo connesso a riduzione, trasformazione o cessazione di attività o di lavoro, quale risulta dalla comunicazione dei motivi intervenuta ai sensi dell'art. 2 della legge 15 luglio 1966, n. 6042, come sostituito dall'art. 2, comma secondo, della legge li maggio 1990, n. 108. Possono essere altresì iscritti i lavoratori licenziati per riduzione di personale che non fruiscano dell'indennità di cui all'art. 7 della legge 23 luglio 1991, n. 223. L'iscrizione, che non dà titolo al trattamento di cui all'art. 7 della legge 23 luglio 1991, n. 223, deve essere richiesta, entro sessanta giorni dalla comunicazione del licenziamento, ovvero dalla comunicazione dei motivi ove non contestuale, alla competente sezione circoscrizionale per l'impiego, la quale, previa verifica che i motivi dichiarati dal datore di lavoro corrispondono a quanto disposto dal presente articolo, trasmette la richiesta all'ufficio regionale del lavoro per gli adempimenti previsti dall'art. 6 della legge 23 luglio 1991, n. 223.