Via Fanfulla, 14 - 26900 Lodi | tel. 0371 442.1 | fax 0371 416027 | Email: urp@provincia.lodi.it | pec: provincia.lodi@pec.regione.lombardia.it
 
 
     
 
 
 
 
 
 
  LA PROVINCIA DI L..
  PRESENTAZIONE  
 
  I COMUNI DEL LODIGIANO  
 
  ISTITUZIONI TERRITORIALI  
 
  STEMMA E SUO UTILIZZO  
 
  CENNI STORICI  
 
 
Sei in:  LA PROVINCIA DI LODI  presentazione

Fiume Adda

La provincia di Lodi occupa nella pianura padana un’area di 782 Kmq, confinante a nord con la provincia di Milano, a est con quella Cremona, a ovest con il pavese e a sud con il piacentino. Il fiume Adda attraversa l'intero territorio ed affluisce nel Po a Castelnuovo Bocca d'Adda. Questi due fiumi fungono da confini naturali per delimitare l’area provinciale. Il territorio è in pianura per tutta la sua estensione e presenta solo alcune zone di lieve pendenza collinare ad ovest, dove scorre un terzo e minore fiume, il Lambro.

Per la particolare morfologia che caratterizza questa zona, lo sviluppo economico si orienta verso la filiera agro-alimentare, in particolare in direzione della trasformazione, lavorazione e vendita dei prodotti di origine agricola, grazie anche alla presenza di oltre 2500 chilometri di corsi d'acqua.
Il Lodigiano è infatti uno dei più importanti centri italiani per l’agricoltura e l’allevamento, tanto da costituire un polo di livello europeo nel settore zootecnico.
Di conseguenza sta nascendo a Lodi l’importante polo universitario di Medicina veterinaria dell’Università Statale di Milano, che comprende le strutture didattiche per gli studenti, i laboratori, le cliniche per gli animali e centri di ricerca nel settore zootecnico, di impatto assai considerevole. Proprio di fianco alla neonata Facoltà di veterinaria sorge poi un Polo di Eccellenza per le Biotecnologie Agro-Alimentari, promosso dalla Regione Lombardia con il sostegno degli Enti Territoriali. Tra le strutture che compongono il cluster, ricordiamo il Parco Tecnologico Padano, un innovativo centro che unisce la ricerca scientifica nel campo della genomica e le sue applicazioni in ambito di creazione d’impresa ed il futuro polo universitario di Medicina veterinaria dell’Università Statale di Milano.

Per quanto riguarda il profilo socio-economico, il Lodigiano è caratterizzato da notevoli differenze di stili di vita tra la zona a nord, che gravita maggiormente attorno a Milano, e la zona a sud, ancora immersa nei ritmi meno frenetici della campagna. Nel tessuto economico si registra inoltre una forte presenza di piccole e medie imprese artigianali ed industriali e numerose attività del settore terziario avanzato (soprattutto assicurazioni e banche).

Ma la Provincia di Lodi non è solo questo: la storia ha infatti lasciato ai suoi cittadini un prezioso patrimonio culturale, come antiche ville di campagna, castelli, Chiese ed abbazie monastiche di alto valore storico e religioso, mete annuali di visita e studio da parte di molti turisti.
In particolare, possediamo alcuni veri gioielli di arte e di fede cristiana inseriti nell'anno 2000 all'interno dei percorsi del Giubileo: la Chiesa dell'Incoronata di Lodi, capolavoro dell'arte rinascimentale; la Basilica dei XII Apostoli a Lodi Vecchio, del IV secolo in stile romanico; infine, l'abbazia dei SS.Pietro e Paolo ad Abbadia Cerreto (secolo XII), costruita dai monaci cistercensi su precedente fondazione.
Altre strutture architettonicamente interessanti sono il Castello Bolognini di Sant’Angelo, sorto nel XIII secolo, oggi adibito a museo; Villa Litta Carini del XVII secolo, situata ad Orio Litta e Palazzo Calderari a Turano Lodigiano, la cui costruzione risale al 1600. Queste ultime due strutture oggi sono utilizzate per ospitare eventi.

Ogni anno diverse manifestazioni e sagre si ripetono secondo le tradizioni storiche del territorio.
Il 19 gennaio, S. Bassiano, è la festa patronale di Lodi. La piazza principale della città, unitamente al fiume Adda, è teatro di numerose iniziative molto partecipate dalla popolazione. Il 17 gennaio si festeggia Sant’Antonio Abate, il patrono di Sant’Angelo Lodigiano. Il 3 febbraio San Biagio, il santo protettore di Codogno e il 24 Agosto San Bartolomeo a Casalpusterlengo. Altre manifestazioni particolari vivono nel corso dell'anno in tutti gli altri comuni della provincia: a Codogno si tiene, dal 1791, la Fiera-Mostra mercato di merci e bestiame. A Borghetto Lodigiano dal 1969 si svolge la Fiera provinciale dell'artigianato, agricoltura e commercio. Dal 1976 nel Comune di Brembio si tiene la Fiera di San Giuseppe, dedicata all’artigianato e all’agricoltura locali (famosissima è la parte dedicata ai conigli), ma che negli ultimi anni si è sviluppata anche in altre direzioni.

 

La provincia risulta inoltre affascinante per gli amanti della natura grazie alle numerose aree di interesse naturalistico presenti sul territorio.

Dal 2002 con il sostegno della Regione Lombardia, sono in atto i lavori di realizzazione di una grande “Foresta di Pianura” alle porte del capoluogo provinciale, un investimento a lungo termine che creerà un collegamento verde tra l’area urbana e il fiume Adda.

Nel 1983 la Regione Lombardia ha istituito il Parco Adda Sud, che ha il compito di tutelare il percorso del fiume nell'intero territorio. L'area, che ha una superficie di 230 kmq è coltivata quasi per intero ma in prossimità del fiume, conserva ampie zone boschive e paludose.

Compresa nei Comuni di Codogno, Fombio e Somaglia si estende la riserva naturale delle Monticchie, un’oasi curata dal WWF: tra canneti e boscaglia, l'ambiente viene mantenuto e ricreato continuamente grazie alla ricchezza di acque sorgive.

Nel Comune di Zelo Buon Persico, in località Villa Pompeiana, si trova il Parco Ittico Paradiso, un ambiente ricco di stagni, canali, boschetti e radure dove è possibile osservare tutti i pesci che vivono nell'Adda e numerosi altri animali.
Nel comune di Camairago, con ingresso da Pizzighettone, su un'area di 300 ettari, si estende la Tenuta del Boscone
Il Centro Ricreativo Belgiardino, nel comune di Lodi, è l'unico parco comunale sulle rive del fiume Adda: è costituito da una zona verde circondata da un grande bosco, in parte destinato ad orto botanico.
 

L'Istituzione della Provincia di Lodi


Con Decreto Legislativo del 6 marzo 1992 è stata ufficialmente istituita la Provincia di Lodi, di cui fanno parte 61 comuni. Gli abitanti sono attualmente circa 229.174, per una densità di circa 292.7 ab./Kmq (dato ufficiale ISTAT, ottobre 2014). Pur esistendo da relativamente pochi anni, la Provincia è dotata di tutti gli uffici statali, regionali e locali previsti dalla legge italiana nei territori provinciali, ponendosi come realtà specifica e responsabile all'interno di una delle zone economicamente più sviluppate del Paese.



I Comuni più estesi territorialmente e con maggior numero di residenti sono:


• Lodi (ab. 44.529) - Fonte Istat 31-10-2014
• Codogno (ab. 15.767)
• Casalpusterlengo (ab. 15.234)
• Sant'Angelo Lodigiano (ab. 13.080)
 

Tutti gli altri Comuni sono ad oggi di medio-piccole dimensioni, al di sotto dei 10.000 abitanti.
 



Palazzo San Cristoforo - Sede della Provincia di Lodi