Via Fanfulla, 14 - 26900 Lodi | tel. 0371 442.1 | fax 0371 416027 | Email: urp@provincia.lodi.it | pec: provincia.lodi@pec.regione.lombardia.it
 
 
     
 
 
 
 
 
 
  POLITICHE SOCIALI
    CONTATTI  
    EVENTI  
  AREA FAMIGLIA
    CONCILIAZIONE FAMIGLIA-LAVORO  
    OSSERVATORIO SULLA FAMIGLIA  
    PIATTAFORMA PROGETTO FAMILY FRIENDLY  
    INIZIATIVE CONCLUSE  
    LETTURE UTILI  
  AREA IMMIGRAZIONE
    OSSERVATORIO SULL'IMMIGRAZIONE  
    PROGETTI DELLA PROVINCIA DI LODI  
  PROGETTI DI REGIONE LOMBARDIA  
    INIZIATIVE CONCLUSE  
    LETTURE UTILI  
    INFORMAZIONI UTILI  
  ASSOCIAZIONISMO E COOPERAZIONE
    COSTITUZIONE DI UN'ASSOCIAZIONE  
    ISCRIZIONE REGISTRI  
    MANTENIMENTO ISCRIZIONE REGISTRO  
    ELENCO ODV E ASSOCIAZIONI ISCRITTI  
    GUIDA ASSOCIAZIONI  
    COME SI COSTITUISCE UNA COOPERATIVA  
    BANDI  
  CULTURA
    CONTATTI  
    MODULISTICA  
    PIANI E PROGETTI  
    PUBBLICAZIONI  
    EVENTI IN CORSO  
  COSA FACCIAMO
    LE NOSTRE INIZIATIVE  
    SISTEMA MUSEALE LODIGIANO  
    BENI CULTURALI  
    GIOVANI  
    DIDATTICA  
    SISTEMA BIBLIOTECARIO LODIGIANO  
    MEDIALIBRARYONLINE  
  TURISMO
    CONTATTI  
    MODULISTICA  
    PIANI E PROGETTI  
    PUBBLICAZIONI  
    EVENTI  
  COSA FACCIAMO
    AGENZIE DI VIAGGIO E TURISMO  
    ALBERGHI E CLASSIFICAZIONE  
    STRUTTURE RICETTIVE  
    PROFESSIONI TURISTICHE  
    STATISTICHE STRUTTURE RICETTIVE  
    MARKETING, EVENTI, EXPO 2015, SPETTACOLI  
  RIFERIMENTI
    BANDI E GARE  
    NORMATIVA  
 
Sei in:  SITI TEMATICI  POLITICHE SOCIALI - TURISMO - CULTURA - SPORT  progetti regionali

Vivere in Italia - 3° edizione

 

Obiettivo generale del progetto è favorire e supportare il processo di integrazione degli stranieri nel territorio lombardo. Il progetto si struttura in 6 obiettivi specifici:
- consolidare la governance territoriale attivando sinergie tra i diversi attori locali coinvolti nel processo di integrazione;
- implementare la rete dei servizi formativi per l'insegnamento-apprendimento dell'italiano L2 e la formazione civica;
- rafforzare i servizi di accoglienza e orientamento e supportare l'accesso alla formazione da parte degli stranieri con particolare attenzione alle fasce più vulnerabili;
- integrare alla formazione civica servizi di orientamento e sicurezza sul lavoro;
- attivare una campagna informativa sulla nuova normativa in materia di immigrazione e sul quadro d'offerta formativa e di servizi
- accrescere le competenze degli attori territoriali in materia di insegnamento dell'italiano L2, della formazione civica e più in generale dell'intercultura.

Leggi tutto

Ricomincio da Tre

Il progetto prevede una serie di attività da realizzarsi nelle realtà provinciali della regione coinvolgendo una densa rete di attori per implementare le azioni già attivate nell’ambito del Protocollo di Intesa sottoscritto tra Regione Lombardia (RL) e UNAR (dgr 2787 del 22.12.2011) e accordi successivi tra UNAR e RL e tra RL e ISMU. Il governo delle azioni e il coordinamento di tutti gli enti coinvolti, saranno garantiti da una cabina di regia, composta dai soggetti della partnership e da una Cabina di regia allargata, cui parteciperanno anche gli enti aderenti.

Si prevedono le seguenti azioni:

a) realizzazione di una brochure informativa multilingue sul progetto;

b) organizzazione di 3 sessioni informative volte a sensibilizzare e coinvolgere i partner, i soggetti aderenti e le loro reti territoriali, incrementare la consapevolezza dell’atto discriminatorio, promuovere la competenza nel riconoscere e contrastare la discriminazione, nonché incoraggiare le potenziali vittime o i testimoni dell’atto discriminatorio alla segnalazione;

c) erogazione di 8 percorsi di formazione (per un totale di 16 giornate, 128 ore) che si focalizzeranno su aspetti inerenti le discriminazioni, avranno un taglio operativo e lo scopo di fornire ai partecipanti strumenti e metodologie e sistematizzare e avviare l’attivazione delle antenne territoriali;

d) somministrazione, raccolta e analisi di 400 questionari a cittadini stranieri di paesi extra UE per la rilevazione degli atti discriminatori;

e) costruzione di una pagina web sul progetto, contenete una banca dati sulla mappatura aggiornata dei nodi di raccordo, delle antenne territoriali e dei punti informativi e informazioni sui servizi e attività del progetto;

f) sperimentazione di un servizio di consulenza telefonica multilingue con mediatori culturali (Progetto Integrazione);

g) organizzazione di una giornata di sensibilizzazione (Comune di Pavia);

h) implementazione e gestione di uno sportello antidiscriminazione (provincia di Mantova, comune di Pavia e Milano);

i) elaborazione di una guida pratica on-line sull’antidiscriminazione.

Leggi tutto